Bpm-Banco, al via i consigli decisivi per la fusione

bpm-banco-popolare-258

 

È iniziata la girandola di consigli per Banca Popolare di Milano e Banco Popolare da cui potrà uscire il via libera all’integrazione tra i due istituti. A piazza Meda sono riuniti dalle 11.30, in sede congiunta, il consiglio di sorveglianza e il consiglio di gestione per una prima presentazione delle linee guida dell’operazione che poi sarà discussa e approfondita dalle rispettive riunioni dei due organi: il consiglio di sorveglianza sarà chiamato a esprimere il proprio parere, di carattere non vincolante, sul progetto.

Intorno alle 11 a Verona, come riportato dal profilo Twitter, si sono aperti i lavori del consiglio di amministrazione ordinario del Banco Popolare. La riunione si è aperta con un minuto di silenzio in ricordo dell’avvocato Maurizio Calderini, membro del collegio sindacale morto la scorsa settimana a Novara. Nel primo pomeriggio, intorno alle 14.30, sarà la volta del consiglio di gestione che si terrà in contemporanea con la sessione straordinaria del consiglio di amministrazione veronese: è atteso che da queste riunioni arrivi il via libera al memorandum di intesa all’integrazione.

Restano intanto sospesi dalle contrattazioni i titoli delle due banche in attesa delle comunicazioni ufficiali. Secondo quanto si apprende sono stati pre allertati per domani pomeriggio i rappresentanti sindacali interni delle due banche per un incontro con i rispettivi manager (Giuseppe Castagna per Bpm e Pier Francesco Saviotti per Banco Popolare) sul tema della fusione nel caso in cui questa venisse approvata dagli organi competenti. Per il Banco questo incontro non si terra’ a Verona ma a Milano nella sede di Piazza Mercanti.

LEGGI L’ARTICOLO ORIGINALE