Economia e felicità

Daniel Kahneman

Premio Nobel per l’Economia

Valutazione e memoria sono importanti in sé, perché giocano un ruolo rilevante nelle decisioni e perché la gente è interessata al racconto della propria vita.

Il mio progetto di ricerca, basato sulla metodologia del Day reconstruction method (Drm), è un tentativo di rendere operativa una misurazione di felicità oggettiva. Di che cosa si tratta?
È una metodologia che combina un tempo limitato (normalmente, un giorno) con una tecnica che consente di recuperare informazioni dettagliate circa esperienze puntuali (i momenti) del giorno precedente. Il Drm intende riprodurre l’informazione che si sarebbe raccolta misurando l’esperienza immediatamente (in tempo reale), ed efficientemente. Questo metodo permette una caratterizzazione della felicità sperimentata associata ai diversi settings e alle diverse attività della vita delle persone, e offre anche una misura di come le persone allocano il loro tempo tra setting, attività, partners nelle relazioni sociali.

Il Drm impiega un questionario strutturato che genera una descrizione dettagliata di un particolare giorno nella vita dell’intervistato. Il metodo è basato sull’intuizione teorica che un accurato resoconto retrospettivo delle emozioni può essere ottenuto incoraggiando il recupero di episodi specifici e relativamente recenti. Gli intervistati per prima cosa rivivono le memorie del giorno precedente, ricostruendo un breve diario consistente in una sequenza di episodi. Come secondo passo, gli intervistati descrivono ogni episodio nel dettaglio, indicando 1) quando l’episodio è iniziato e finito, 2) cosa stavano facendo, 3) dove erano, 4) con quali persone stavano interagendo, e 5) come si sentivano sulla base di più dimensioni affettive (in ogni caso, su di una scala da 0 a 6). Un mio lavoro appena pubblicato riporta un simile esperimento condotto su 1.018 donne lavoratrici del Texas.
È da questa prospettiva metodologica che io rivolgo la mia critica alle attuali ricerche su economia e felicità. Infatti, un’importante caratteristica delle attuali ricerche sulla felicità è che esse ricorrono esclusivamente al remembering self. Il vasto corpo di letteratura dedicato alla felicità o benessere soggettivo (subjective Well-being) è infatti incentrato sulle seguenti domande: “Quanto sei soddisfatto della tua vita nel suo insieme?” o “Quanto ti reputi felice in questi giorni?”.

LEGGI L’ARTICOLO ORIGINALE